Conservazione degli alimenti articoli:

Ancora una volta studi scientifici dimostrano che, se consumate con moderazione, le noci fanno bene
Grazie a questa scoperta piuttosto semplice si sono resi conservabili prodotti alimentari e
Basta poco ed è già successo: le michette panini della domenica sono dure, il pane è secco o ha
Senza frigorifero una casa non è più immaginabile. A temperature sui 5 °C il ricambio della
In realtà le formiche sono delle preziose onnivore, che eliminano fra l'altro bestie morte e resti

(aid) – Se ci sono le condizioni adatte, non c'è bisogno di un giardino per coltivare le erbette aromatiche, o di un balcone o addirittura di un davanzale per avere un buon raccolto durante i mesi estivi. Se non si usano immediatamente le erbette fresche, queste possono essere congelate o essiccate. Conviene congelare o essiccare erbette che siano di ottima qualità.

Per congelare le erbette, sciacquarle brevemente e farle asciugare per bene. Levare i gambi, spezzettare le foglie e dividerle in dosi opportune, per poi metterle in sacchetti o contenitori freezer. Un'altra soluzione è riempire le vaschette del ghiaccio con le erbette aromatiche, aggiungere poche gocce d'acqua e farle congelare. In questo modo si può scongelare solo la quantità che serve. Per utilizzarle basta aggiungerle a ciò che si sta cucinando senza aspettare che si scongelino. La miglior cosa è aggiungerle all'ultimo momento, poco prima di servire. Le erbette aromatiche si mantengono ad una temperatura di 18 gradi sottozero per circa un anno. Le foglie spezzettate si possono utilizzare per fare anche del burro aromatico per poi congelarlo in dosi opportune.

Se invece si vogliono essiccare, allora bisogna asciugare per bene le erbette dopo averle lavate, legarle in piccoli mazzetti e tenerle appese lontano dalla luce diretta del sole in un posto caldo e ben ventilato. Se non si vogliono formare dei mazzetti, allora si possono mettere su un foglio di carta pulito. Si può accelerare il processo di essiccazione mettendo le erbette su una griglia o una teglia e poi lasciarle in forno a non più di 40 gradi. Vi accorgerete che saranno secche abbastanza quando le foglie saranno dure e friabili al tatto. Staccate le foglie dai gambi, sbriciolatele e conservatele in vasetti scuri ed ermetici. Si manterranno per circa un anno.

Le erbette fresche possono essere conservate anche nell'aceto o nell'olio. Devono essere ben asciutte prima di coprirle interamente con olio o con aceto. L'aceto alle erbe può essere utilizzato già due settimane dopo, mentre ci vogliono circa 6 settimane perché l'olio prenda per bene l'aroma delle erbette. Sia l'olio che l'aceto vanno conservati in un posto fresco e lontano dalla luce. Così facendo si manterranno buoni per tantissimo tempo!

 

Fonte: aid, Ira Schneider